La psicoterapia è un processo interpersonale che presuppone un orientamento ed un impegno congiunto del terapeuta e del paziente. Gli obbiettivi ed i tempi del percorso sono concordati insieme durante la fase iniziale di consulenza psicologica.

Il Polo Clinico fornisce servizio di: psicoterapia individuale,psicoterapia di coppia, psicoterapia della famiglia.

Il dialogo con il terapeuta  avviene in un ambiente neutro, dove non c’è giudizio; attraverso l’ascolto e l’empatia  si accompagna la persona attraverso un graduale processo autoconoscitivo che permette al paziente di capire ed integrare parti di sé attivate nella relazione terapeutica e giungere a una più serena relazione con se stesso e con l’ambiente, migliorando la qualità delle proprie relazioni affettive e sociali.

Psicoterapia indiduale

Esistono diversi tipi di psicoterapie individuali che utilizzano strumenti e tecniche molto diversi fra loro, facendo riferimento a orientamenti teorici differenti.
Presso il Polo è possibile usufruire della psicoterapia sistemico-relazionale e della psicoterapia cognitivo-comportamentale.

La psicoterapia individuale ad indirizzo sistemico relazionale.

L’approccio sistemico-relazionale si concentra su quanto avviene nell’ambito delle relazioni umane: l’attenzione del terapeuta è rivolta, oltre che all’individuo, alle sue relazioni ed alle dinamiche tra individui.

Ognuno di noi vive al centro di una complessa rete di relazioni che ci influenzano e sono da noi influenzate. Con il tempo le relazioni più importanti della nostra vita ci insegnano cosa possiamo e non possiamo fare, ci indicano le strade che possiamo percorrere e quelle che ci sono proibite. Questo lungo processo ci porta ad indossare delle lenti con cui leggiamo il mondo. La terapia sistemica lavora su queste lenti. La famiglia rappresenta uno dei più importanti sistemi di cui facciamo parte: è il primo che conosciamo e lo portiamo dentro di noi per tutta la vita.

L'evoluzione del sistema familiare trova la sua comprensione nell'arco almeno di tre generazioni. I sintomi di una persona acquisiscono una funzione precisa all'interno del sistema relazionale in cui emergono: la famiglia, intesa come il sistema vivente di riferimento principale nell'esperienza emotiva di una persona, è il primo contesto esperienziale all'interno del quale i sintomi assumono una funzione precisa nel funzionamento relazionale del gruppo di persone che ne fanno parte. Il “sintomo” è letto come un segnale di disagio che nasce all’interno di un contesto relazionale in quel momento non corrispondente alle esigenze evolutive della persona o della famiglia. I bisogni umani vengono soddisfatti all’interno di relazioni. Se queste relazioni, per diversi motivi, non riescono a soddisfare i bisogni propri di una persona in quella specifica fase evolutiva, si può creare un blocco che crea disagio e sofferenza all’individuo. I sintomi di un individuo sono quindi un segnale di un adattamento non riuscito rispetto alle richieste di cambiamento provenienti dall’ambiente o necessarie per affrontare una specifica fase evolutiva. L’obiettivo centrale della terapia è quindi la crescita degli individui, un incremento della differenziazione del Sé rispetto agli altri.

L’approccio alla complessità tipico della psicoterapia sistemico relazionale, che tradizionalmente opera sul sistema familiare, viene utilizzato anche con il singolo individuo proponendo punti di vista alternativi, sottolineando narrazioni diverse, proponendosi come interlocutore reale che esplicita idee e stati d’animo, falsificando attivamente le idee presentate e presentificando “altri” del contesto del paziente.

La psicoterapia ad indirizzo cognitivo comportamentale

La terapia cognitivo-comportamentale è una terapia strutturata, di breve durata e orientata al presente.

Il presupposto su cui si fonda è che i nostri pensieri possono influenzare i comportamenti che mettiamo in atto e il nostro benessere quotidiano; esiste, infatti, una complessa relazione tra emozioni, pensieri e comportamenti. I pensieri disfunzionali si accompagnano a situazioni di malessere e disagio come ansia, abbassamento del tono dell’umore, difficoltà nel prendere decisioni, apatia ecc.: agendo attivamente sui nostri pensieri e comportamenti attuali, è possibile liberarci da molti dei nostri problemi.

Il sintomo è l'espressione di un precedente apprendimento di schemi comportamentali, emotivi e di pensiero errati o disadattivi, derivanti da peculiari esperienze di vita del paziente, eventualmente mantenuti da un contesto interpersonale patogeno nel presente. La psicoterapia si svolge con l’utilizzo di tecniche di condizionamento o decondizionamento, al fine di modificare in modo diretto le risposte emozionali e gli schemi che si sono rivelati disadattivi, o sostituirli con nuovi schemi più funzionali, tramite esperienze (es. esposizione a stimoli prima evitati) e/o comportamenti di tipo nuovo (prescrizioni comportamentali).


In generale, le sedute durano circa un’ora e la loro frequenza è settimanale. Il clima è disteso, empatico e collaborativo. Oltre al colloquio, spesso si utilizzano in seduta test e questionari psicodiagnostici, diari giornalieri per la registrazione e il monitoraggio delle attività del cliente.

Psicoterapia di coppia

“I ponti non servono a niente se non coprono l'intera distanza che separa le due sponde opposte – ma nella “convivenza “ l'altra sponda è avvolta da una nebbia perenne, una nebbia che nessuno desidera dissolvere e nessuno cerca di farlo (...) Condividere può significare condividere la barca. Può significare navigare insieme e condividere le gioie e le fatiche del viaggio. Ma non comporta il passaggio da una sponda all'altra...”
(Z. Bauman, 2003)

La psicoterapia di coppia è un intervento terapeutico finalizzato ad aiutare i coniugi/conviventi in difficoltà a superare i momenti critici che incontrano nel loro cammino insieme.

Le difficoltà incontrate possono essere di diverso tipo a seconda della fase del ciclo vitale della famiglia (coppia senza figli, nascita del primo figlio, crescita e distacco dai figli, pensionamento ecc): ad esempio problemi nella sessualità, difficoltà di comunicazione, divergenze nelle modalità genitoriali, conflitti, tradimenti.

La terapia ha come obiettivo aiutare i partner a riconoscere e ad utilizzare le proprie risorse interne e relazionali spesso immobilizzate da un sentimento di sfiducia o di rassegnazione, se non di aperta ostilità. Le coppie, in terapia, vengono aiutate a costruire nuove capacità interattive, che favoriscono tra i partner la possibilità di analizzare e riconoscere il proprio ruolo all' interno della coppia, trovare nuove e più funzionali modalità di ascolto reciproco e di espressione dei bisogni personali,  promuovere una scelta consapevole ed equilibrata rispetto al proprio futuro individuale e familiare. Il servizio può essere utile anche durante o dopo una separazione coniugale affinché la coppia in crisi possa trovare un migliore assetto sia personale che relazionale, in particolar modo rispetto alla gestione dei figli. Alcune coppie riusciranno a superare crisi più o meno profonde ricostituendo un rapporto saldo ; altre potranno decidere di separarsi e superare la sofferenza della perdita in modo dignitoso, garantendo soprattutto la continuità della propria responsabilità genitoriale.

La terapia di coppia prevede una serie di colloqui per un periodo più lungo rispetto alla consulenza,  viene condotta da un terapeuta familiare o da un’équipe terapeutica e in alcune situazioni può essere utile la partecipazione ad alcuni incontri da parte delle famiglie di origine dei coniugi/conviventi. La frequenza delle sedute della terapia di coppia solitamente e' quindicinale, ma può variare a seconda dell’intensità della crisi.

Psicoterapia della famiglia

La consulenza o psicoterapia familiare è rivolta a tutti i membri della stessa famiglia, prevede incontri a cui partecipano, a seconda delle situazioni, il singolo nucleo familiare, le famiglie di origine, amici e persone ritenute significative per i membri della famiglia stessa.

Viene privilegiata come unità primaria di trattamento la famiglia, quel sistema esperienziale all'interno del quale i sintomi, presentati da un soggetto considerato il “paziente designato”, assumono un significato preciso nel funzionamento relazionale del gruppo di persone che ne fanno parte, ed esprimono le difficoltà dell'intero gruppo familiare.

Attraverso l’aiuto del terapeuta è possibile ripercorrere e comprendere come la storia delle relazioni della famiglia possa aver condotto ad una situazione di incomprensione, di impasse, di sofferenza o all’eventuale presenza di uno o più sintomi in uno o più dei suoi membri.
Il terapeuta non considera nessun membro della famiglia “malato” o “sano” ma ritiene tutti come persone appartenenti allo stesso sistema in difficoltà, intrappolate in un contesto di reciproco disagio che mantiene e alimenta i sintomi, le difficoltà e i problemi, nonostante ciò faccia soffrire tutti e nonostante gli sforzi di ognuno per cambiare.
Il paziente è colui che esprime, anche a nome degli altri membri della famiglia, un malessere che si ricollega a un’ organizzazione disfunzionale del sistema nella sua totalità; in questo modo il sintomo diventa funzionale al contesto familiare,acquista un significato e una specifica funzione all’interno delle relazioni familiari.

Lo scopo della terapia è quello di sciogliere le situazioni di reciproca incomprensione, favorire l’espressione dei bisogni personali e di valorizzare le risorse di ognuno e della famiglia nel suo insieme, di permettere al sistema familiare di riprendere il suo positivo cammino evolutivo, favorendo un incremento della differenziazione del sé rispetto agli altri.

Il polo clinico offre il servizio di consulenza e terapia anche nei casi di crisi coniugali (coppie che stanno pensando se separarsi o che lo hanno già deciso) e separazione (di fatto o legale) in cui è necessario un aiuto per gestire le difficoltà emotive e organizzative e rivedere i propri accordi in base ai bisogni di tutti i componenti della famiglia, ma soprattutto dei figli.

Contattaci

  
Potenziato da by JoomlaShine
Vai all'inizio della pagina
JSN Boot template designed by JoomlaShine.com